Emozione negativa, stai male, emozione positiva, stai bene.
Che fai, vai a spingerlo da dietro o preferisci tirarlo dalla proboscide?
Voglio spiegarti come controllare le emozioni negative per vivere meglio quelle positive.
Ti accontenteresti davvero di samsung s3 mini цена в казахстане gestire un problema, lemozione negativa che ti fa stare male, invece di risolverlo per sempre?Ovviamente, finora, non avevi mai capito cosa succedesse.Primo esercizio: inizia a prendere il controllo delle tue emozioni Quello che faccio è offrirti immediatamente un semplice esercizio che ti serve a prendere confidenza con i tuoi pensieri e le tue emozioni.Cantare ad alta voce.Se io posso farti arrabbiare o stare male con le mie azioni, ti controllo, posso manipolarti.Tutto dipende da te, da come vivi e pensi, tutto è nelle tue mani.Non basta capire come funzionano le emozioni, devi iniziare a cambiare il modo in cui le vivi.Arriveranno quando penserai in modo negativo, ma se sai trasformarle, dureranno pochi secondi, o minuti, e lasceranno spazio alle soluzioni dei problemi.A un certo punto ho deciso che dovevo cambiare, per davvero.Lho fatto per mesi, ogni giorno, cadendo spesso e rialzandomi ogni volta più determinato che mai.Meglio prevenire Questo esercizio è nato un anno fa, perché alcune persone mi chiedevano come controllare le emozioni negative mentre imparavano a trasformarle in modo definitivo.
Tu vuoi controllare la rabbia ogni volta che la provi, o smettere di arrabbiarti per ogni cosa e stare invece bene?
La tua felicità, come ogni tua emozione, dipende da come vivi.
Imparando a usare la nostra mente in modo nuovo, imparando a cogliere la realtà, a diventare capaci di affrontare e risolvere i problemi che, comunque sia, ci saranno sempre sulla nostra strada.Usa quelle varianti viste nel video, ma fallo taglio cesareo e cicatrice costantemente, ogni giorno.Scegli la tua squadra.Poniamo che tu abbia una pretesa che però reputi positiva.Cè una soluzione migliore: mostra allelefante del cibo che gli piace, e lui ti seguirà senza sforzo.Nel libro, messaggio per unaquila che si crede un pollo, di Anthony De Mello, questo concetto viene chiarito più volte e leggerlo è stato per me davvero utile, quindi lo consiglio anche.Musica o no, puoi farlo immediatamente.Ti spiego che oltre alle pretese ci sono il comportamento egoista, la dipendenza da cose o persone e la debolezza della nostra mente a generare emozioni negative.Mentre l'Inter è decisamente più convinta: cerca un giocatore come Sandro per il futuro, prenderlo sarebbe una mossa lungimirante ma anche in questo caso il prezzo farà la differenza.Se vivi con gioia ottenendo qualcosa e se vivi con altrettanta gioia se non la ottieni, allora tu sei felice, non hai bisogno di pretendere (quindi elimini le migliori occasioni per stare male!) e nulla ha più potere su.


[L_RANDNUM-10-999]